PIETRO PACCIANI

PIETRO PACCIANI
il celebre contadino di Mercatale che tanto è difeso a spada tratta dai New Hyronja è qui sviscerato nei minimi dettagli.
Conosciamolo meglio ( segue )

 

Se volete scrivere qualcosa su Virgolone nius contattateci al pi presto.
Fior Fioroni di esperti valuteranno se il caso o no di pubblicare anche le vostre cazzate.
imeilate il tutto a:
info@newhyronja.it

 

 

22 Febbraio 2002
ROCK BITCH ECSPIRIENS

Mercoledì sera al solito Never ho incontrato il Trebbo e dopo aver parlato del più, del meno, del per, del diviso e degli effetti collaterali di alcune droghe sul cervello, lui... dall'alto della sua esperienza e del suo savutt fèr mi ha consigliato il concerto delle ROCK BITCH, bend di fighe che tra un pezzo e l'altro si masturbano, si infilano oggetti nelle varie cavità e non disdegnano il fistfaccching.
Trebbo ci ha tenuto a dirmi che lo spettacolo è rigrosamente vietato ai minori di 18 anni.
Trebbo ci ha tenuto a dirmi che possiede una videocassetta dell Rock Bitch
che non presterà mai a nessuno.
Mi ha raccontato che le ROCK BITCH alla fine del laiv lanciano un preservativo e chi lo prende avrà l'onere e l'onore di farsi una di loro.
Mah... però mi incuriosisce e allora con il fido scudiero Mocke decidiamo di andare in missione all'estragon ad osservare da vicino l'evento sessuale dell'anno.
Punta a casa di mocke, caffè e alle 9.40 siamo già immersi in una fila mostruosa.
Un distinto pelato con un bel paletò mi chiede se sta facendo la fila x entrare al Ruvido, ma quasi mi dispiace dirgli di no.
La fila va x le lunghe, i controlli sono severissimi, pare che le gnocche non vogliano ne foto ne riprese; davanti a noi due lesbiche x necessità (due brutte fighe) insopportabili che più tardi avranno problemi ad entrare xchè non avevano i documenti x dimostrare che avevano più di 18 anni.
Ci perquisiscono alla cazzo e riusciamo ad entrare, poco più in là l'abile gestore dell'Estragon Lele controlla se tutto procede x il meglio e si gode già il tintinnio degli euro che entreranno nelle casse del locale.
Il pubblico è quello delle grandi occasioni, dipende dai punti di vista.
Una sorta di musica da chiesa da inizio allo sciò, entrano 2 tipe mezze nude con delle fiaccole e le 6 Rock Bitch vestite ben poco, i più pippaioli applaudono.
Bionde, brune, castane, rosse... ci sono puttane x tutti i gusti e c'è anche la negra.
Sorpresa sorpresa: suonano bene, anzi sono proprio brave.
La cantante è truccata alla Merilinmenson misto Pitercriss dei Kiss e ostenta un bel cazzo nero di lattice, la tastierista è praticamente nuda, le chitarriste sono vestite di nulla con le tette ben in evidenza idem la bassista.
Tra un pezzo e l'altro le artiste si leccano le gnocche a vicenda, si toccano le tette e a rotazione leccano il pene di gomma della cantante che più tardi penetrerà a tergo la chitarrista; durante le canzoni ci sono incursioni delle 2 tipe mezze nude che regalano metri di lingua e toccate di pacco ai primi della fila.
Lo sciò si fa interessante e non mancano all'appello tutti gli orpelli dell'immaginario erotico collettivo che vanno dai vestitini sado maso, alle catene, al vestito da sposa insanguinato, ai crocifissi, ai vampiri e al sangue.
Le gnocche dialogano con il pubblico in italiano e circa a metà concerto verrano lanciati dal palco due GOLDEN PRESERVATIV, chi li raccoglierà sarà il fortunato che al termine del laiv potrà andare nei camerini ed abusare delle facoltose bitchs; un condom viene perso, mentre l'altro viene raccolto dal misterioso ENRICO.
Il concerto è un crescendo di sano heavy metal mix pornografia e viene pure raccattata dalle prime file una tipa uranda che si fa toccare le tette da tutte le membre della bend; più volte nel corso della serata viene spiegata la filosofia delle Rock Bitch che si proclamano un gruppo di liberazione sessuale, credenti e praticanti del dio della figa dalla qualle tutto ha origine.
Non facciamo in tempo a goderci le curve e le note delle puttane rock che il concerto è già finito.
La folla richiama fuori le gnoccolone al grido di ENRICO ENRICO ENRICO.
Il bis è sicuramente il momento più toccante di tutta la serata, il pubblico urla TROIE TROIE TROIE, la tastierista si mette a testa in giù e la cantante le lecca la passera, le 2 subretttt mettono una bottiglia di vino nella vagina della chitarrista poi gliela vuotano addosso e recuperano tutto il contenuto all'interno di un calice (ovviamente da chiesa) che i fanatici delle prime file saranno costretti a bere.
Viene celebrata una vera e propria messa, con tanto di distribuzione delle ostie; Merilinmenson a confronto è un borghesuccio conservatore pantofolaio.
Bella musica, belle fighe e tutto si conclude con l'introduzione di un dito... due dita... tre dita... quattro dita... cinque dita... una mano intera nella passerina della chitarrista.
Fine.
É stata una bella serata, soprattutto x quelli che hanno l'opportunità di vedere delle fighe solo in questa maniera e per il digei Scandella che dall'alto della sua consollll ha potuto godersi lo spettacolo da una posizione mooooooolto privilegiata. Ninein!!!
Più tardi, mentre il palco viene lentamente sgomberato le due lesbiche x necessità tentano una improbabile incursione nei camerini x elemosinare una leccata alla gnocca alla tastierista.

 

Sito ufficiale :
http://www.rockbitch.org/